Connect with us

Hi, what are you looking for?

Cultura Pop

WandaVision: Recensione di Matt Aster dei primi due episodi

Matt Aster

Dopo la visione dei primi due episodi di WandaVision, posso dire di essere particolarmente sorpreso, anche se non so ancora se in bene o in male.

Il coraggio di sperimentare

Ci sono tanti aspetti di cui parlare, primo tra tutti, però, è sicuramente il coraggio con cui hanno deciso di sviluppare la serie. Questi due episodi, infatti, sono stati fatti totalmente in bianco e nero, come fossero delle sitcom anni ’50/’60.

Denota coraggio perché riuscire a fare due episodi così azzardati, oltretutto con questa particolare fotografia, secondo me, è una grossa scommessa, aggiunto al fatto che sono due puntate di una sitcom, in cui sono ben pochi gli strumenti che ci vengono dati per capire la sottotrama, non è una cosa da tutti. Anche se già quei pochi punti ci dicono molto sul futuro accadere degli eventi.

WandaVision

Il comparto tecnico

Gli episodi sotto questo aspetto sono davvero ben fatti, dalla comicità, ai tempi, ma in particolare la fotografia volutamente retrò, che la rende ottima. Altro elemento di merito sono gli effetti speciali, che seguendo lo stesso filo delle immagini, sono stati realizzati in stile anni ’60, e questo denota, secondo me, una cura incredibile nel fare questi effetti affinché fossero nitidamente vecchio stile anche se ad un primo occhio possono sembrare quasi “creati male”.

WandaVision

Alcuni spoiler

In questo paragrafo sono contenuti tutti gli SPOILER della recensione, se non avete visto ancora le puntate, non proseguite oltre!

Adesso farò dei piccoli spoiler. Le note di colore che si vedono nei due episodi, legati al tostapane della Stark Industries e l’elicottero nella puntata due che ha i colori di Iron Man, già ci possono far intuire che evidentemente potrebbe essere qualcuno legato alle Stark Industries che sta tentando di salvare Vision.

Dubito sia Tony Stark stesso, anche se è da capire quando questo WandaVision è ambientato esattamente, questa cosa cambia molto la concezione di quello che stiamo vedendo. Perché, se prima di Infinity War, allora viene mostrato come loro vogliano vivere una vita normale e di come abbiano il tempo contato prima degli eventi del film, i quali porteranno alla morte di Visione.

O, come è più probabile, che sia successo dopo Endgame, allora si parlerebbe di un mondo che si sta riprendendo dopo, sì una schiacciante vittoria, ma a che prezzo, dato che Visione è l’unico eroe a non esser stato riportato in vita dopo lo schiocco. E già queste note ci dicono tante cose. Aggiungiamoci poi l’orologio con il simbolo dell’Hydra e quell’apicoltore che si vede alla fine del secondo episodio e rimaniamo quantomeno perplessi.

WandaVision 1

Un po’ di perplessità

Insomma, nonostante siano stati due episodi coraggiosi, girati in una maniera molto particolare e stimolante, con la giusta quantità di strumenti per farti capire che c’è una trama e un sottotesto molto interessante, non sono sicuro di promuoverla. Preciso, infatti, che nonostante io stia facendo tutti questi complimenti alla realizzazione della serie, non mi ha particolarmente entusiasmato per il momento.

Questo perché per l’appunto sono due episodi di una sitcom, molto ben fatti sicuramente, letteralmente volati, durando mezz’oretta ciascuno, ma tra il dire che è stata un’ora piacevole, al dire che è stato un’ora che mi sono goduto, ci sono delle sfumature di grigio che mi frenano.

Non è una serie che boccerei, assolutamente, anche perché al momento non ho abbastanza strumenti per dire molto altro, quindi diciamo che non ha suscitato in me lo stesso entusiasmo di The Mandalorian (qui trovate la nostra recensione), non dandomi le stesse certezze di quell’opera sul fatto che mi piacerà. Sicuramente, però, ha catturato la mia curiosità, portandomi ad andare avanti a vederla futuro, anche perché sono curioso di vedere dove andranno a parare.

Questo desiderio però non è dettato da la sua esplosiva bellezza in quello che mi stanno raccontando, ma piuttosto per quello che NON mi stanno raccontando. Da un lato è sicuramente degno di plauso riuscire a fare una cosa del genere, da un altro mi fa dire “non era quello che mi aspettavo, è quello che realmente voglio?”

Lo scoprirò nei prossimi episodi. Sicuramente è una serie che porterò avanti, almeno voglio arrivare al finale di stagione, vedere se riusciranno a fare un colpo di scena abbastanza grosso da vendermi tutta la realizzazione.

WandaVision 2

Conclusioni

Concludo dicendo che il titolo, secondo me, è già molto esplicativo su quello che sta succedendo, in WandaVision, l’ordine delle parole non penso sia casuale e non mi stupirei se spuntasse un genitivo sassone rendendolo Wanda’s vision che ci confermerebbe che quello che stiamo vedendo è sì una simulazione, ma fatta in modo tale che la mente della povera Scarlett Witch non si spezzi.

Sono sicuro che questa serie abbia il giusto potenziale per raccontarci una bella storia, ma per il momento non mi sento di dargli piena fiducia, prima voglio aspettare che si dimostri in grado di sorprenderci.

Wanda e Visione

Matt Aster ha esplicato per bene le sue perplessità e i suoi pareri positivi su WandaVision, una serie che si è dimostrata già sperimentale al suo esordio. Siamo fiduciosi che l’opera, nelle prossime puntate, riesca a tirare fuori il meglio dal suo enorme potenziale. Una cosa è certa: l’MCU è tornato in carreggiata.

Siamo curiosi di sapere se avete già recuperato le prime puntate di WandaVision e se ne siete rimasti ammaliati o un po’ perplessi come il nostro creator. Restate sintonizzati su WeMug per altri approfondimenti con creator, articoli, speciali e news sul mondo della Cultura Pop.

Testo a cura di Matt Aster, impaginato da Simone De Capite e supervisionato da Massimiliano Meucci.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

L’Opinione dell’Influencer

Skript

Kurolily ha provato la demo di Resident Evil Village, Maiden, condividendo con noi le sue impressioni a caldo. Esattamente come con quella di Resident...

Interviste

Tutti coloro che passano il loro tempo libero a seguire i propri streamer preferiti su Twitch avranno notato come, in quest’ultimo periodo, Rust sia...

Talent

Little Nightmares 2 è sicuramente tra i titoli più attesi dell’inizio del 2021, e gli amanti del genere non vedono l’ora di scoprirlo. Ora...

League of Legends - OpenMid.gg

Sono giorni di aspre diatribe intorno al tanto atteso Viego, il Re in Rovina. La community già da qualche tempo si è interrogata su...

Skript

Il 2020 è stato un anno di sorprese, delusioni, trepidanti attese e che, a modo suo, ha lasciato molti giocatori con l’amaro in bocca....

News

Con video uscito da pochissimo, Marvel’s Spider-Man: Miles Morales presenta un trailer completamente in italiano. Fino ad ora i video usciti avevano il solo...

Advertisement

Potrebbe interessarti anche

Cinema

Sappiamo con certezza il titolo ufficiale del terzo lungometraggio sull’Uomo Ragno. Tuttavia, secondo quanto riportato da WeGotThisCovered, in Spider-Man: No Way Home potremo vedere...

Cultura Pop

Ultimamente sto notando discussioni molto contrastanti su una questione accaduta su Disney+, prima di esprimermi in merito però, facciamo chiarezza. Cosa è accaduto Dunque,...

Cultura Pop

Disney ha annunciato l’ultimo episodio di DuckTales. Come riportato da Comic Book, il reboot della serie originale si concluderà il 15 marzo 2021 con...

Cinema

L’uscita di Black Widow, dopo numerose posticipazioni, sembrerebbe essere ancora un tabù. Come riportato da We Got This Covered, Kevin Feige e la dirigenza...

Copyright © 2020 OpenMid.gg - Proprieta' di ARKADIA SRLS, sede in Via Trieste 1, 58100, Grosseto, P.IVA 01659980534 - Sotto la gestione di NETCOM SRLS, sede in Via Cellottini 38, 00015 Monterotondo, P.IVA 13783471009 - Service Web di SPAWNLAB, sede in Via degli Ippocastani 4, 20152 Milano, P.IVA 11174100963