Connect with us

Hi, what are you looking for?

Cultura Pop

I Mitchell contro le macchine: recensione di 151eg del film Netflix

151eg

Come ho scoperto di questo film

Sono entrato in contatto con I Mitchell contro le macchine quando pubblicarono il suo trailer con il rispettivo titolo dell’epoca, per l’appunto Superconnessi, e nonostante da un lato mi affascinava, dall’altro questo film mi metteva un senso quasi di paura.

Principalmente, ad interessarmi era il fatto che sembrasse una bellissima commedia con una famiglia che vuole iniziare un viaggio che sarebbe stato sicuramente un tormento per la figlia, insomma una cosa molto alla In viaggio con Pippo, dove il padre decide a tutti i costi che per riuscire ad avvicinarsi ai figli deve portarli nella natura.

In questo contesto, però, si ritrova ad essere un completo idiota: in realtà è a malapena capace di vivere in natura  e ha questa fissa per cui , a parer suo, i cellulari fanno male, quando lui è estraneo al mondo reale tanto quanto chiunque abbia mai usato uno aggeggio elettronico.

Dall’altro lato, però, mi preoccupava non poco il fatto che ad un certo punto del trailer, il film si trasformasse in una guerra tra robot. Ovviamente questo elemento non c’entrava assolutamente nulla con tutto quello visto prima, tant’è vero che sono arrivato a discutere sulla sensatezza o meno di questo piccolo twist dei robot che si rivoltano e combattono contro l’umanità, con i miei amici.

Tre cose da dire

Una volta visto i Mitchell contro le macchine, ho sentito il bisogno di dire tre cose. Uno: questo colpo di scena ha perfettamente senso, Due: nel trailer hanno fatto così per far montare l’attenzione, riuscendoci, ma nel film la cosa assume ancora più senso, e Tre: mi sono innamorato di questo lungometraggio, è semplicemente magnifico, me lo sono goduto che è una meraviglia.

Regia, conoscenza di internet e gag

Prima di tutto, questa scorrevolezza nasce grazie al fatto che il film giochi tantissimo sui difetti del gruppo dei protagonisti, riuscendo a creare una serie di personaggi di cui è facile innamorarsi, questo avviene anche perché hanno delle gag molto familiari e tutt’altro che ripetitive.

In parallelo c’è anche la decisione di mettere delle vere e proprie nuove battute che, ovvio, non è che siano esilaranti, però danno un senso di novità anche grazie al loro realismo e intimità, oltre ad essere ispirate a fatti reali.

Oltretutto questo film è denso di personaggi molto realistici, umani e sensati, basati su dei difetti portati all’estremo che permette di adorarli di più perché sono l’esasperazione di imperfezioni presenti in tutti noi.

A contribuire alla caratterizzazione del mondo di internet, inoltre, vi è la presenza a volte di una tecnica d’animazione mista, a volte di una regia presente quasi unicamente nei video YouTube, che per quanto sicuramente non è il primissimo esperimento di questo tipo, rimane il più riuscito.

Il villain e le strutture narrative

Indubbiamente la miglior cosa de I Mitchell contro le macchine è l’antagonista. Si tratta di un villain vecchio tipo come poteva esserlo anche Malefica (tra l’altro in italiano doppiata da Giò Giò Rapattoni, voce di Diamante Blu in Steven Universe) e quindi una cattiva pura e cruda senza troppe introspezioni psicologiche, un personaggio estremamente contemporaneo, denso di black humor e cinismo, che non sarà difficile odiare, pur comprendendo le sue motivazioni.

All’interno del film poi, tutte le strutture narrative funzionano alla perfezione e in modo armonioso tra loro, il nemico è il perfetto fatal flow dei protagonisti, i quali a loro volta lo sono l’uno dell’altro, e contemporaneamente due opposti, sbagliati, che però potranno riunirsi.

Un film per tutti, letteralmente

La realizzazione parla tranquillamente sia ai genitori che ai ragazzi conoscendo anche i loro linguaggi, capisce perché i genitori sono in difficoltà con le tecnologie e contemporaneamente la posizione degli adolescenti, il tutto realizzato da una coppia di registi che non si erano mai visti prima all’opera, Mike Rianda e Jeff Rowe difatti, prima del loro esordio con questo film, pare non abbiano fatto niente, ma sono partiti con questo film e sono partiti col botto.

Un film molto bello, ma non impeccabile

Ovvio, ciò non vuol dire che sia un film perfetto, perché dei difetti qua e là ci sono sempre, e questo caso non fa eccezione, un esempio è dato dal fatto che all’inizio del lungometraggio la situazione sia un po’ più realistica di quello che succede verso la fine. Ma tutti i difetti di questo tipo sono cose così microscopiche che contano davvero poco, e che quindi non intaccano minimamente l’esperienza del titolo.

Attenzione però, magari venendo a sapere che il film è prodotto dagli stessi di Spider-Man Into the Spider Verse, qualcuno erroneamente potrebbe aspettarsi quella qualità, inutile dire che così non è, a livello generale si avvicina molto più agli standard di The Lego Movie, quindi una pellicola che ha qua e là difetti del genere ma che comunque è estremamente valida.

Mi auguro che riescano a mantenere questo stile, che potrebbe addirittura essere una sorta di futuro dell’animazione, senza animali parlanti e il giusto utilizzo del tema di internet, non per fare semplicemente citazioni, ma capendone il ragionamento che sta alla base. Ho inoltre adorato il fatto che nei titoli di coda ad ogni nome sia legata la fotografia di quella persona, un piccolo tocco di classe che non va dimenticato.

Considerazioni finali

I Mitchell contro le macchine è uscito oggi, 30 aprile, su Netflix e come sembra ormai ovvio, vi consiglio caldamente la visione. Nonostante non sia il più rivoluzionario del mondo o chissà quanto avanguardista, rimane un film che comunque ho molto apprezzato. Ha tutto quello che speravo che ci fosse quando ho visto il trailer e non ha niente di quello che temevo potesse esserci. E devo ammettere esser stata una bellissima sorpresa.

151eg ci ha parlato della nuova pellicola d’animazione Netflix (qui trovate il suo parere su Raja e l’ultimo drago) che sicuramente verrà apprezzata a più riprese dal pubblico grazie al suo peculiare stile artistico ed estetica e anche grazie alle sue tematiche moderne.

E voi avete intenzione di recuperare I Mitchell contro le macchine? Vi incuriosisce il setting presentato e anche i personaggi, o vi ha colpito qualcos’altro del trailer della pellicola? Fatecelo sapere qui sotto, rispondendoci con dei commenti sotto al pezzo. Su WeMug trovate news sempre fresche a aggiornamenti costanti da parte dei nostri creator di fiducia, con approfondimenti sul mondo della Cultura Pop e non solo.

Testo a cura di 151eg, impaginato da Simone De Capite e supervisionato da Massimiliano Meucci.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

L’Opinione dell’Influencer

Skript

Kurolily ha provato la demo di Resident Evil Village, Maiden, condividendo con noi le sue impressioni a caldo. Esattamente come con quella di Resident...

Interviste

Tutti coloro che passano il loro tempo libero a seguire i propri streamer preferiti su Twitch avranno notato come, in quest’ultimo periodo, Rust sia...

Talent

Little Nightmares 2 è sicuramente tra i titoli più attesi dell’inizio del 2021, e gli amanti del genere non vedono l’ora di scoprirlo. Ora...

League of Legends - OpenMid.gg

Sono giorni di aspre diatribe intorno al tanto atteso Viego, il Re in Rovina. La community già da qualche tempo si è interrogata su...

Skript

Il 2020 è stato un anno di sorprese, delusioni, trepidanti attese e che, a modo suo, ha lasciato molti giocatori con l’amaro in bocca....

News

Con video uscito da pochissimo, Marvel’s Spider-Man: Miles Morales presenta un trailer completamente in italiano. Fino ad ora i video usciti avevano il solo...

Advertisement

Potrebbe interessarti anche

Cultura Pop

Nelle scorse ore, sul canale Youtube ufficiale di Netflix Italia, è comparso il primo teaser di Luna Park.Sarà una nuova serie originale che sarà...

News

PlayStation ha di recente registrato le entrate raggiungendo il migliore anno finanziario di sempre, grazie alle vendita di console PS5. Game & Network Services...

Cultura Pop

Nelle scorse ore, sul canale ufficiale di Netflix Anime, è stato pubblicato il nuovo trailer di Yasuke, il prossimo anime originale della piattaforma streaming.Dopo...

Cinema

Qualche anno fa, precisamente nel 2017, nelle nostre case irruppe prepotentemente l’adattamento in live-action di uno dei più famosi e amati manga degli ultimi...

Copyright © 2020 OpenMid.gg - Proprieta' di ARKADIA SRLS, sede in Via Trieste 1, 58100, Grosseto, P.IVA 01659980534 - Sotto la gestione di NETCOM SRLS, sede in Via Cellottini 38, 00015 Monterotondo, P.IVA 13783471009 - Service Web di SPAWNLAB, sede in Via degli Ippocastani 4, 20152 Milano, P.IVA 11174100963