Connect with us

Hi, what are you looking for?

News

Final Fantasy XIV Endwalker: Q&A con Il Direttore Naoki Yoshida

Final Fantasy XIV

Dal rilascio di A Realm Reborn, Final Fantasy XIV ha ricevuto una nuova espansione con cadenza biennale. Ognuno di questi capitoli aggiunge un’enorme porzione di contenuto, storia principale e facoltativa, al punto che ognuna release è quasi comparabile ad un gioco a sè, in fatto di durata. Ora, con la quarta espansione, Endswalker, annunciata da pochissimo, la saga di Hydaelyn e Zodiark, iniziata nella 2.0 vedrà la sua epica conclusione, mentre il viaggio del Guerriero della Luce lo porterà sulla Luna, per chiudere i conti una volta per tutte.

Con Endswalker, Square Enix ci porta non solo sulla Luna, ma anche a Garlemald, finalmente, oltre che contro una nuova serie di formidabili boss, dungeon, raids e altro! Annunciati anche nuovi jobs, aggiunte particolarmente attese.

Lo sviluppo di Endwalker sta venendo seguito da Naoki Yoshida (detto Yoshi-P), l’eclettica mente dietro uno dei MMORPG più acclamati degli ultimi tempi. Da otto anni, si occupa di Final Fantasy XIV, ed ora si sta preparando alla conclusione di questa storia decennale, con la conclusione di una trama che si sta sviluppando dalla versione iniziale del gioco, lanciata nel 2010. Yoshi-P si sta occupando anche dello sviluppo di Final Fantasy XVI, insieme al suo team di fedelissimi, dandoci, se possiamo sbilanciarci, ottime speranze per il sedicesimo capitolo della serie.

Nonostante gli impegni, ha avuto il tempo di affrontare un Question&Answers per il blog ufficiale Playstation.

Endwalker concluderà l’arco decennale di Final Fantasy XIV. Come ci si sente a concludere finalmente un capitolo così lungo? Quando avete immaginato per la prima volta questo capitolo di FFXIV e la sua fine, e quanto è cambiato dall’idea iniziale?

Dai tempi di A Realm Reborn, l’idea della “saga di Hydaelyn e Zodiark” già era ben radicata, e stavamo lavorando su quella base per creare la storia. Per portare questa storia alla sua conclusione, c’era bisogno che Final Fantasy XIV avesse successo come MMORPG, ed eravamo ben lontani da poter definire la trama in corso come “centrata” su Hydaelyn e Zodiark al rilascio di Heavensward. Con l’uscita di Stormblood e avendo visto la community in crescita e il successo del gioco, ho pensato che fosse il momento per scolpire interamnete i punti salienti della trama e pensare come e dove far tenere la conclusione di questo percorso. 

All’epoca, pensai che la versione 6.0 o 7.0 sarebbe stato un ottimo punto per far arrivare tutti i nodi al pettine, ma l’entusiasmo che abbiamo visto con Shadowbringers, che ha superato di molto le nostre aspettative, mi ha fatto decidere che non era giusto trascinare la storia in maniera goffa, ma piuttosto concluderla con Endwalker. 

Sono genuinamente entusiasta di portare ai nostri giocatori il finale di questo arco narrativo. Non direi che sono triste al riguardo, di concludere una trama che si è prolungata per oltre una decade, perché ora dovrò pensare alla prossima storia… non c’è fine al mio lavoro!

Hai anche confermato che Endwalker non sarà il capitolo conclusivo, il che è stato un enorme sollievo per tutti i fan di FFXIV! Cosa bolle in pentola per il futuro? Come ti aspetti che il processo di scrittura e narrativo cambi dopo aver portato la storia su una scala così ‘cosmica’ ed alla conclusione, da cui la prossima grande avventura potrebbe andare ovunque?

Tutto è ancora una bozza e negli stadi preliminari, ma ho alcune idee su dove portare la storia dopo Endwalker anche per alcuni anni. Tuttavia al momento sono occupato a pensare come eseguire al meglio il primo grande climax di FFXIV con Endwalker e la fine di questa storia (ride). Voi tutti dovrete aspettare fino a che le cose non si siano calmate un poco prima che vi possa dare più risposte.

Quali sono alcuni dei temi principali per cui i fan devono tenere occhi e orecchie aperte mentre esplorano la nuova espansione e la storia di Endwalker? Quando i giocatori raggiungeranno la fine della versione 6.0 cosa vuoi che provino?

In FFXIV, la storia ha proceduto senza linee esplicite sulla definizione di buono o cattivo, in parte per via dei miei gusti e preferenze nella narrazione. La storia è tipicamente scritta dai vincitori, e in genere, il perdente è costantemente dipinto come malvagio.

In ogni caso, ogni lato aveva qualcosa in gioco, e la definizione di buono o cattivo è cambiata in base ai tempi, valori, educazione, e leggi. Ho sempre provato a rappresentare in cosa potrebbero credere le persone a dispetto di queste circostanze, e come possono trovare la speranza nonostante condizioni disperate. 

Personalmente, non voglio che i giocatori si sentano in uno specifico modo mentre giocano attraverso la storia. Dico ciò perché credo che le persone debbano avere libertà sotto quest’aspetto. E spero che i nostri giocatori si godano Endwalker!     

Molti degli elementi che avete rivelato per Endwalker sono molto simili a Final Fantasy 4. Quali temi da Final Fantasy 4 hanno ispirato il tuo lavoro in Endwalker? I fan possono aspettarsi altre similitudini? Ci saranno accenni ad altri capitoli principali di Final Fantasy?

Final Fantasy XIV Endwalker

Il precedente satellite, Dalamud, era una gabbia creata dall’Impero Allagan per imprigionare Bahamut. Questo porta alla domanda: quindi cosa è la luna? È vero che stiamo omaggiando Final Fantasy IV, ma i punti salienti della storia sono senza dubbio di FFXIV.

Dato che stiamo concludendo la saga Hydaelyn/Zodiark, incoraggerei tutti a tenere gli occhi aperti per capire come tutto si ricollega.

Il nuovo job che hai rivelato, Sage, ha colto molti di sorpresa, dato che il design di questa iterazione è nuovo per la serie di Final Fantasy! Come sei arrivato alla decisione di optare per questa strada e dove hai preso ispirazione?

Fin dai primi stadi di sviluppo avevamo deciso che uno dei nuovi job in Endwalker sarebbe stato un healer, e c’erano svariate idee che il team ha proposto.

Quando ci siamo trovati a scegliere una classe già presente nella serie di Final Fantasy, ho pensato che non solo sarebbe stato difficile differenziarla da White Mage, Scholar, ed Astrologian, ma sarebbe stato difficile anche creare un gameplay unico ed un’esperienza legata alla classe. Così piuttosto che utilizzare qualcosa che già esisteva nell’universo di Final Fantasy, ho chiesto al team idee nuove, ed è stato lì che qualcuno ha proposto l’idea di una classe le cui armi non vengano tenute in mano, ma piuttosto controllate magicamente. Da quell’idea di base ci siamo mossi per creare il Sage.

Final Fantasy XIV Endwalker

La musica del trailer di Endwalker suona radicalmente differente dalle precedenti espansioni, con un distinto tono grunge e shoegaze. La colonna sonora dell’espansione seguirà un genere specifico o qualche tema?

Da una prospettiva musicale, la canzone nel teaser trailer è meramente un’anticipazione da parte mia e di Masayoshi Soken [Il compositore n.d.r.]. Come si svilupperà e prenderà forma, quello è qualcosa per cui vale la pena attendere il trailer intero. Quella sarà la prima occasione in cui avrete un vero assaggio di cosa aspettarvi da parte di Soken in Endwalker…

Se potresti dire qualcosa ai nuovi arrivati, una sola cosa per convincerli a provare FFXIV, cosa sarebbe?

Quando si tratta di MMOs, molte persone pensano subito che “devo giocare per molto tempo!” oppure “c’è un enorme quantitativo di contenuto!”. Tuttavia, FFXIV è piuttosto unico nel suo genere, perché pur essendo un MMO, è un gioco strettamente trainato dalla storia.

Potete immaginarlo come una serie TV interattiva, nella quale potete viverne la storia e crescere come il personaggio principale, nel mentre che proseguite, con la narrativa che continuamente vi spinge in avanti. Visto che Endwalker è la nostra quarta espansione, potete pensarlo come la quarta stagione. In più, potete arrivare fino alla seconda stagione con la Free Trial! (Conclude, ridendo.)

Ancora un ringraziamento al blog ufficiale PlayStation per questa intervista, e continuate a seguirci su WeMug per ulteriori news e aggiornamenti!

Final Fantasy XIV

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

L’Opinione dell’Influencer

Skript

Kurolily ha provato la demo di Resident Evil Village, Maiden, condividendo con noi le sue impressioni a caldo. Esattamente come con quella di Resident...

Interviste

Tutti coloro che passano il loro tempo libero a seguire i propri streamer preferiti su Twitch avranno notato come, in quest’ultimo periodo, Rust sia...

Talent

Little Nightmares 2 è sicuramente tra i titoli più attesi dell’inizio del 2021, e gli amanti del genere non vedono l’ora di scoprirlo. Ora...

League of Legends - OpenMid.gg

Sono giorni di aspre diatribe intorno al tanto atteso Viego, il Re in Rovina. La community già da qualche tempo si è interrogata su...

Skript

Il 2020 è stato un anno di sorprese, delusioni, trepidanti attese e che, a modo suo, ha lasciato molti giocatori con l’amaro in bocca....

News

Con video uscito da pochissimo, Marvel’s Spider-Man: Miles Morales presenta un trailer completamente in italiano. Fino ad ora i video usciti avevano il solo...

Advertisement

Potrebbe interessarti anche

News

Nella giornata di ieri vi abbiamo parlato della nuova espansione di Final Fantasy XIV, in arrivo per autunno. La presentazione è stata fatta con...

News

Final Fantasy XIV  è senza dubbio l’MMORPG più celebrato oggi sul mercato e questo autunno Square Enix vuole portarlo ad un livello superiore. Durante un live...

News

Grandi annunci in vista per Final Fantasy XIV, a quanto pare. L’RPG di casa Square Enix si sta infatti preparando a darci notizie secondo...

News

Come ogni anno, su Eorzea e Final Fantasy XIV, arriva la Starlight Celebration. La festa invernale permetterà la partecipazione ad un evento limitato, a...

Copyright © 2020 OpenMid.gg - Proprieta' di ARKADIA SRLS, sede in Via Trieste 1, 58100, Grosseto, P.IVA 01659980534 - Sotto la gestione di NETCOM SRLS, sede in Via Cellottini 38, 00015 Monterotondo, P.IVA 13783471009 - Service Web di SPAWNLAB, sede in Via degli Ippocastani 4, 20152 Milano, P.IVA 11174100963